Cinque matuziani alla mezza di Arenzano

Alla “5^ Half Marathon” di Arenzano hanno partecipato anche cinque atleti della Sanremo Runners, di cui tre debuttanti sulla distanza dei 21,097 km. I due “veterani” sono Francesco Salemme che ha impiegato 1h36:37 (a pochi secondi dal primato personale), 123esimo (22esimo categoria M45) e Giampiero Ferri in 1h42:03 (192esimo, 16esimo della categoria M50). Hanno affrontato ufficialmente la distanza per la prima volta Sabrina Covella, per lei un crono promettente, 2h05:37 (63esima donna, 13esima categoria F40) che conquista il nuovo primato sociale di categoria; l’ex calciatore Andrea Fagioli in 1h40:45 (175esimo, 38esimo categoria M35); Gianni Oggiana in 1h42:21 (197esimo, 42esimo categoria M35). Ha detto Francesco Salemme: “Ho partecipato come allenamento, in vista della prossima maratona di Torino, quindi la mia preparazione non era mirata alla gara di Arenzano”. Ha detto Gianni Oggiana: “E’ stata la mia prima mezza maratona: in precedenza avevo partecipato a gare anche più lunghe ma che, per le caratteristiche del percorso (salite, sterrato ecc.), non mi consentivano di testarmi sulla distanza della mezza. L'obiettivo era quello di concludere in 1h45:00. Sono riuscito a fare meglio (1h42:21) e questo mi rende contento”. Ha detto Andrea Fagioli: “E’ stata la prima gara su una distanza per me già ragguardevole e dopo aver disputato mille incontri agonistici nel calcio mi sono ritrovato di nuovo immerso nell'agonismo. Avevo impostato la mia gara su di un passo intorno ai 5 min/km, ma appena ho sentito lo start, a parte il fiume di gente che mi ha letteralmente spinto per i primi chilometri,…
Continua»
[sc:Adinfrapost]

Franco SALEMME, nuovo primato

Arenzano. Venerdì 9 settembre in serata Francesco "Franco" SALEMME (foto, pettale 501) ha partecipato alla IV Half Marathon Arenzano (Genova) dove ha conseguito il nuovo primato personale sulla distanza di 21,097 km. Tra i 522 atleti giunti al traguardo, complimenti a Francesco classificato 97° uomo con il tempo di 1h34:56, migliorando di 1’38” il precedente (1h36:24), ottenuto quasi un anno fa a Pavia. Salemme (pettorale 501) si è classificato 13° della categoria M45; mentre il suo crono di 1h34:56 equivale ad una media di 4:29 al chilometro e ad un’andatura di 13,334 km/h. Il percorso si è sviluppato in un andata e ritorno e 48:02 (129° posto) è stato il suo tempo al giro di boa. Nella graduatoria sociale stagionale maschile la specialità vede al vertice la prestazione di 1h23:30 di Diego DI TOMA che precede proprio il crono di 1h34:59 di Francesco SALEMME, seguono 1h37:48 Ezio MONTECUCCO, 1h45:02 Fabrizio CAVALERA, 1h54:32 Abdelaziz SOUMMADE, 2h02:13 Bruno PARODI e altri.
Continua»

Salemme, la mia prima maratona

Vercelli. Benvenuto nel “Club dei Maratoneti”! Un ulteriore podista della provincia di Imperia corre la sua prima maratona in carriera. E’ il matuziano Francesco SALEMME, classe 1963, atleta difende i colori della Sanremo Runners, che domenica scorsa ha partecipato alla Maratona del Riso disputata a Vercelli. Dopo alcune esperienze sulla distanza di “avvicinamento”, la mezza maratona, con tre esperienze nel 2010 e già due in questo inizio di stagione, con il migliore crono di 1h39’, per Salemme la decisione di cimentarsi per la prima volta sulla distanza più classica, quella della maratona che misura 42,195 km. Il racconto e la testimonianza di Francesco SALEMME: “Finire una maratona è un’emozione incredibile che ripaga integralmente del tempo e della fatica dedicata alla preparazione. In questa prima esperienza la fatica si è amplificata correndo lungo le risaie del Vercellese e in pieno mezzogiorno con il sole a picco sulla testa, il caldo e umidità che dal 30° km non può che penalizzare, ma che… forgia per le prossime maratone. Nella parte finale quando la stanchezza prende il sopravvento, le gambe che non senti più, la sete si fa sentire, allora pensi in negativo al giorno in cui hai comprato il primo paio di scarpe da running, fino a quando… non arrivi al traguardo e dai uno sguardo al cronometro. Tra i tanti pensieri anche quello di non sei più un ragazzo, infatti la carta d’identità mi ricorda di essere prossimo ai 50 anni… Neppure sono un atleta “vero”, infatti il mio peso corporeo…
Continua»
[sc:Adinfrapost2]
[sc:Google_analytics]